Turing Phone, lo smartphone d'acciaio

I colossi dell'hardware mobile sono sempre più impegnati, dati i costi, le dimensioni dei display e la delicatezza dei dispositivi moderni, in crash-test e studi continui sui materiali impiegati per migliorarne l'affidabilità e la durata nel tempo contro urti e cadute.

La Turing Robotic Industries, dal prossimo 10 Agosto, commercializzerà uno smartphone di fascia alta costruito con materiali unici che lo rendono praticamente indistruttibile.
Turing Phone è un device composto da una lega metallica amorfa, denominata Liquidmorphium, composta da una miscela di zirconio, alluminio, nickel e argento, che ha una struttura atomica simile al vetro ma con una resistenza superiore a quella dell'acciaio.

Smartphone che vuole essere fra i più blindati in assoluto anche per quanto riguarda la sicurezza delle informazioni;
presente, infatti, un chip per la crittografia dei dati e un sistema di messaggistica che consente a più utenti Turing di comunicare senza l'utilizzo di server esterni, oltre ad un sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali e un aggancio magnetico per il connettore per la ricarica.



Sotto la scocca Turing Phone presenta hardware e software di tutto rispetto, come il processore Qualcomm Snapdragon 801, 3GB di Ram, 64128 GB di Storage, Display da 5,5" con risoluzione 1920 x 1080 pixel, fotocamera posteriore con flash a doppio Led da 13 MP, anteriore da 8 MP.
Batteria generosa da 3.000 mAh.
Connettività 4G LTE.
Sistema operativo Android 5.0 Lollipop.

Prezzi non d'attacco, ma giustificati principalmente dall'unicità dei materiali utilizzati: si va dai 740$ per la versione a 64 GB sino ad 870$ per il top da 128 GB di storage.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License