Lily, drone fotografico che si lancia e ritorna sul palmo della mano | Video

Antoine Balaresque e Henry Bradlow hanno promosso una startup di drone che segue, tramite GPS, il proprietario scattando foto e registrando video in alta definizione a lui e all'ambiente circostante, per poi riatterrare sul palmo della mano dello stesso proprietario.
Il sensore fotografico, che registra video a 1080p a 60fps e scatta foto da 12 MP, è integrato all'interno del corpo del drone, al riparo da urti, e con certificazione IP67, quindi resistente ad acqua e polvere.
I video includono l'audio, pulito dal rumore dei rotari.
Il GPS che l'utente porta con se consentirà a Lily, una volta lanciato in aria, di far seguire dal drone, che si autostabilizza, l'utente stesso in ogni suo spostamento, per un tempo di 20 minuti per volo, grazie a batterie non removibili che si ricaricano completamente in 2 ore.
Gli speciali sensori presenti all'interno del drone consentono al proprietario di non preoccuparsi di gestire il velivolo né di farlo atterrare, potendo comodamente dedicarsi alle attività da immortalare, in quanto Lily si autogestisce e torna con precisione verso la mano di chi lo ha lanciato in aria.
L'altezza minima per il volo del drone è di 1,5 metri, quella massima di 15 metri; la velocità massima che può raggiungere è di 40 Km/h.
Largo 26 cm, pesa solamente 1,5 Kg, quindi facilmente trasportabile.



Lily può essere prenotato sin da oggi ad un prezzo di 499$, con un risparmio considerevole, visto che costerà 999$ quando arriverà ufficialmente in commercio.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License
Jo Val - Microsoft® Community Moderator and Wiki Author.