L'inutile discussione sui requisiti RAM di Facebook e Messenger UWP

I Blog del pianeta si stanno dando battaglia a chi allarma meglio gli utenti e possessori di Windows Mobile, riguardo il nulla.

L'inutile discussione sui requisiti RAM di Facebook e Messenger UWP HTNovo
Nella serata di ieri, è trapelata online la notizia della modifica dei requisiti minimi di dispositivi Windows 10 e Windows 10 Mobile per l'esecuzioni delle App Facebook e Messenger, portati da Facebook Inc. a 2 GB di RAM, fra i dettagli dei due programmi, nel Windows Store.

Apriti cielo!
Panico e frustrazione, come se l'imbecille di turno, a capo di uno dei paesi mondiali sotto regime dittatoriale (già, ce n'è ancora qualcuno, nel 2016 d.c.!) avesse compiuto un nuovo Test nucleare con armi atte ad offendere o ci fosse stato un nuovo attentato vigliacco da parte di altri imbecilli, a danno di nuovi innocenti.

Lessi la notizia intorno alle 24.00 di ieri sera, credo da WinBeta (OnMSFT), e mi precipitai a verificare di persona, sul mio Microsoft Lumia, la situazione nel Windows Store e il corretto funzionamento delle applicazioni in questione.

Capii subito che non c'era da preoccuparsi per i possessori di dispositivi diversi da Lumia 950 e simili, tanto da decidere di non scrivere niente sul nulla (linea che ho sempre seguito), attendendomi, al contempo, articoli in merito, da parte degli amici delle varie testate del settore.
Così è stato.
Pur scrivendo e sottolineando, tutti, esattamente come ho pensato io, che le App continueranno a funzionare anche sui device da 512 MB/1 GB di RAM e che, addirittura, poteva esserci stato un errore da parte di Microsoft stessa, nell'aggiornare lo Store, la maggior parte degli utenti - appassionati/possessori - delusi che commentano ancora sui Blog del settore e proprio su quegli argomenti (soggetti da studiare), con l'aggiunta degli immancabili Troll (soggetti ampiamente già analizzati), oltre ad inveire, come spesso capita, contro Microsoft e il suo operato nel mondo Mobile, dando voce ad altri recenti Articoli (degli altri) sul nulla, come quelli con i titoloni "Windows Mobile è morto", "Microsoft abbandona Windows Mobile" (niente di più falso ed ipocrita) e via discorrendo, ha preso per buona la non notizia o ha inteso, apocalitticamente, che, presto, il Windows Store rimarrà vuoto, che ha speso soldi inutili nell'acquisto di un Windows Phone, e chi più ne ha, più ne metta, per favore.

Ora, a parte l'utilità reale delle 2 applicazioni, viste le svariate ed equivalenti possibilità offerte dal Sistema (non ultimo, secondo me, l'utilizzo dell'ottima versione Mobile del Sito, da Browser) per tenersi informati, postare, commentare e quant'altro, riguardo il Social, a parte la presenza in Store delle 2 App in Beta (immagine in alto), esattamente con le medesime performance (ad oggi) delle "Stabili", aggiornate, e che non necessitano di requisiti minimi per la RAM, per quale motivo, Microsoft dovrebbe privare l'80% dei suoi clienti Windows Phone e Windows Mobile di un servizio in App così popolare, senza un reale bisogno, visto che i due software, alla fin fine, funzionano bene, per quello che servono e per le prestazioni, identiche, che hanno nella piattaforme alternative a Windows?

La risposta, ovviamente, è dello stesso stampo delle brevi considerazioni di questo Articolo.

Staremo a vedere.
Per ora, la notizia non c'è, esattamente come non ci sono mai state quelle dei titoloni dell'ultimo periodo, anzi;
l'aumento della RAM necessaria per certe App testimonia, da una parte, l'arrivo di nuovi dispositivi mobili e del nuovo/vecchio marchio per tutta la linea, dall'altra, che Microsoft e partner non hanno nessuna intenzione e nessun motivo per non proseguire nello sviluppo e nel miglioramento continuo dell'attuale situazione legata all'Universo UWP.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License