Gli ologrammi diventano tangibili con Microsoft HoloLens e UltraHaptics | Video

Continua lo sviluppo serrato nel campo della Realtà Virtuale da parte di aziende di ogni parte del Pianeta, con soluzioni sempre più interessanti.

Gli ologrammi diventano tangibili con Microsoft HoloLens e UltraHaptics | Video HTNovo
Se vedete un tipo con uno strano paio di occhiali voluminosi e che gesticola con le mani compiendo movimenti nell'aria circostante che ricordano zoom, pinch o altro, non allarmatevi; è immerso in una Realtà Virtuale, intento ad interagire con ciò che vede attraverso il visore che indossa.

Gli ologrammi creati con la Realtà Virtuale non possono essere toccati con mano, per definizione, essendo immagini proiettate e prive di ogni consistenza materiale, ma solo governati tramite gesture predefinite.

Siamo sicuri?

Date uno sguardo al Video seguente, realizzato dalla Società francese Immersion, nel quale il Visore per la Realtà Virtuale Microsoft HoloLens è in azione coadiuvato dal dispositivo UltraHaptics, in grado di offrire all'utente un reale senso di tatto a mezz'aria, grazie ad una serie di diffusori ad ultrasuoni.
L'origine della tecnologia utilizzata da UltraHaptics ha origine nel 2013, nel Regno Unito, presso l'Università di Bristol, ed è composta da 64 altoparlanti in miniatura che consumano, in toto, 9 Watt, ma che riescono, con l'intensità delle onde acute prodotte, a far lievitare una pallina di polistirolo espanso di 4 mm.

HoloLens proietta oggetti nell'aria, mentre UltraHaptics crea resistenza, quindi consistenza, fra gli stessi e le dita dell'utente, perfettamente sincronizzati e per un risultato straordinariamente "reale".

Video
Via: MSPU
Articolo di HTNovo
Creative Commons License